Vivere a Energia Solare: Il Bilancio della Mia Casa di Paglia!

10 Ottobre 2023

Com'è il bilancio energetico della casa? Considerando che l'unica fonte di energia proviene dal sole.

Per favore guarda cosa è successo a Samuele, qui sotto.

Ho chiesto dopo tre anni dalla costruzione della sua nuova casa ad alte prestazioni in paglia:

“Com’è il bilancio energetico della casa? Considerando che l’unica fonte di energia proviene dal sole.

Il bilancio è buono, considerando anche gli aumenti del recente periodo dove infatti abbiamo visto sia il gas che l’energia elettrica salire.

Quindi, considerato che c’è solo una fonte di energia che comunque è cara, il bilancio è buono per il fatto del fotovoltaico.

Non che diciamo in Lombardia o specialmente in Pianura Padana sia vantaggioso particolarmente, ma la produzione che fa ad esempio un impianto come questo che ho 8,5 kilowatt di picco.

E per una casa di quasi duecentocinquanta metri quadri, comunque è buono e bilanciando, io ho adottato il sistema di scambio sul posto.

Quindi, l’energia che viene prodotta e non consumata viene venduta all’ente elettrico e considerato che d’estate viene quasi tutta venduta e consumata niente perché anche non avendo impianti che consumano, quindi sì, è vero, c’è un climatizzatore, ma non funziona tanto, ma sono magari la sera qualche qualche ora e proprio quando fa caldissimo e quindi diciamo d’estate tutta prodotta, viene venduta.

D’inverno viene tutta consumata, ma se poi si confrontano le bollette sia di quello che è stato consumato e quello che è stato diciamo, recepito dalla vendita dell’energia, considerato altre persone che conosco, che hanno case più o meno similari, hanno speso molto di più.

Ecco quindi energeticamente, probabilmente penso in un anno di avere un bilancio energetico di millecinquecento euro. Una cosa del genere? No, non credo tanto di più. Ecco, per duecentocinquanta metri quadri direi che non è male e una famiglia di cinque persone.

Ecco quindi, insomma, con tutte le esigenze che ci sono.  Era anche un’altra, cosa che non ti avevo detto era il il discorso dell’acqua calda. No. Anche questo è stato veramente una una cosa interessante.

Abbiamo utilizzato la pompa di calore. Cioè? Quindi scaldabagno scalda acqua con pompa di calore.

Questo non consuma praticamente niente, No? E tu hai acqua calda, sempre. Perché poi dopo lui continua a generarla consumando, diciamo nulla. E quindi hai sempre acqua calda.

Quindi quello che avresti dovuto consumare con il gas qui ti produci acqua calda, sempre disponibile con praticamente niente.

Ecco, anche questo è una cosa da non sottovalutare, quindi diciamo sia il fotovoltaico che  l’acqua sanitaria è ottimizzata molto.

Ecco poi e ovviamente l’involucro fa la sua parte, cioè la casa con dei muri che alla fine non mi ricordo quanto erano son tutti di paglia, son da quarantotto centimetri,  ha un bel volano termico, anche questa con l’argilla applicata e che oltretutto ti fa anche da regolatore igroscopico.”