Mario non si arrende

5 Ottobre 2023

Mario, un uomo sulla cinquantina, ha deciso di avventurarsi nel mondo delle case ad alte prestazioni in paglia.

Attenzione: secondo la tabella dell’aumento dei prezzi delle materie prime sono 54 su 56 i materiali che hanno subito un rincaro superiore al 8%.

I prezzi dei materiali edili in alcuni casi superano l’80%.

L’acciaio e i suoi derivati che fanno registrare rincari superiori al 70%.

Iniziare la ricerca di una nuova casa è sempre un mix di emozioni, un cocktail tra l’entusiasmo di una nuova avventura e l’ansia del non sapere esattamente cosa ci si aspetta. 

Ma quando Mario, un uomo sulla cinquantina, ha deciso di avventurarsi nel mondo delle case ad alte prestazioni in paglia, probabilmente non immaginava di trovarsi di fronte a un vero e proprio rompicapo.

Immaginatevi Mario, con i suoi occhiali appoggiati sulla punta del naso, mentre sfoglia un preventivo spesso come un libro di ricette. 

Si aspettava di trovare informazioni chiare e comprensibili, magari qualche disegno, un po’ di colore. 
Invece, quello che ha davanti è un mare di termini tecnici che suonano come un gergo alieno: “trasmittanza termica”, “ponte termico”, “coefficiente di dispersione”… e la lista continua. 

Mario si sente come se avesse aperto un manuale di fisica quantistica invece di un preventivo per una casa.

Ogni pagina che gira è un nuovo livello di frustrazione. 

È come se avessero preso tutte le parole difficili del dizionario e le avessero mescolate in un frullatore. 

Mario si chiede: “Ma davvero serve tutto questo? Non voglio diventare un ingegnere, voglio solo una casa!”. 

Si immaginava di discutere di colori, di spazi, magari del giardino o della vista dal salotto. 

Ma invece si ritrova a cercare disperatamente una traduzione per ogni termine.

E poi ci sono le promesse. 

Ah, le promesse! 

Ogni fornitore sembra avere la “soluzione definitiva”, il “metodo rivoluzionario”, la “tecnologia del futuro”. 

Per Mario, queste frasi suonano come la trama di un film di fantascienza. 

Si domanda: “Ma è davvero possibile tutto ciò? O stanno solo cercando di vendermi aria fritta?”. 

L’idea di una casa in paglia era affascinante, sostenibile, ecologica. 

Ma ora Mario si sente come se stesse cercando di comprare un’astronave.

La sua frustrazione cresce con ogni promessa irrealistica. 

Si chiede perché non possono semplicemente essere onesti, dire le cose come stanno. Forse la casa avrà bisogno di manutenzione, forse ci saranno delle sfide da affrontare. 

Ma Mario preferirebbe affrontarle con la verità in mano piuttosto che con promesse fatte solo per fare colpo.

Lui si immagina seduto sul divano della sua nuova casa, con un tè caldo in mano, mentre guarda fuori dalla finestra. 

Ma ogni volta che si perde in questi pensieri, viene brutalmente riportato alla realtà da termini come “ventilazione meccanica controllata” o “inerzia termica”. 

È come se ogni parola tecnica fosse una pietra lanciata contro la sua finestra dei sogni.

La verità è che Mario si sente perso. 

Voleva fare una scelta informata, una scelta sostenibile, ma ora si chiede se ne vale la pena. Si chiede se non sarebbe stato più semplice scegliere una casa tradizionale, senza tutti questi giri di parole.

Ma una cosa è certa: Mario non si arrende. 

Sa che da qualche parte c’è la casa perfetta per lui, una casa che rispetti l’ambiente senza farlo impazzire con termini incomprensibili. 

E anche se ora è frustrato, è determinato a trovare la sua oasi di pace, anche se ciò significa chiedere aiuto o passare ore a cercare traduzioni online.

In fondo, Mario è un combattente. 

E sa che, alla fine, avrà la sua casa in paglia, calda e accogliente, proprio come l’ha sempre immaginata. 

Anche se per arrivarci, dovrà attraversare una selva di termini tecnici e promesse da romanzo di fantascienza.

E se ti dicessi che c’è un modo per navigare attraverso questo labirinto, armato della verità e della sicurezza? 

Un metodo che ti permette di mantenere viva la visione della tua casa ideale, senza lasciarti distrarre dalle illusioni dei preventivi.

Non lasciare che un semplice documento ti distragga dal tuo obiettivo finale. Lascia che ti guidi attraverso un percorso che tiene conto delle tue esigenze, dei tuoi desideri e del tuo budget, ma che soprattutto non perde mai di vista la visione della tua casa ideale.

Capita che la committenza abbia delle idee in testa, dei desideri, dei riferimenti, ma molto spesso non è in grado di visualizzare il costo del progetto architettonico che racchiuda e risolva contemporaneamente le necessità.