Isolamento acustico: non comprarti i tappi per le orecchie

10 Gennaio 2020

Se stai per investire i tuoi soldi nel progetto di un edificio con più unità abitative, oppure in un edificio turistico, come affittacamere, b&b, alberghi, ecc., leggi con attenzione questo articolo!

L'isolamento acustico è il problema più subdolo e invisibile delle nostre case, e rischia di trasformare la tua futura casa dei sogni nella tua casa da incubo.

Ma c’è una soluzione…

Se stai per investire i tuoi soldi nel progetto di un edificio con più unità abitative, oppure in un edificio turistico, come affittacamere, b&b, alberghi, ecc., leggi con attenzione questo articolo!

La tua nuova casa da sogno in paglia

Hai appena terminato la costruzione della tua nuova casa da sogno naturale in paglia. E’ perfetta, ma c’è solo un problema: i vicini rumorosi.

La mattina ti svegli all’alba perché la signora ciabatta con un paio di zoccoli con tacchetto.

Il pomeriggio non puoi rilassarti nel tuo soggiorno perché i bambini del vicino strillano continuamente.

La sera ti addormenti con la lavatrice della vicina accesa “perché di notte consuma meno”, con tanto di centrifuga a mezzanotte.

E, ciliegina sulla torta, la notte non dormi perché li senti amoreggiare nella camera a confine con la tua. Perché lei ha litigato con il fidanzato e passa tutta la notte al telefono a urlare, poi a piangere e a fare finalmente pace, all’alba. Perché il neonato ha mal di pancia e piange disperato, un urlo lacerante nella notte, continuo. Perché la signora è sorda e guarda la sua telenovela preferita a tutto volume. Perché il cane abbaia, perché le sedie non hanno i tappini, perché il vicino decide di piantare un chiodo alle una di notte, o di spostare tutti i mobili di casa ogni sera….

Tutti i casi che ho citato sono capitati realmente ad alcuni clienti o amici, e ogni giorno devono farci i conti, cercando di non impazzire.

L’isolamento acustico è il problema più subdolo e invisibile delle nostre case, e rischia di trasformare la tua futura casa dei sogni nella tua casa da incubo.

Quando stai per investire nel progetto della tua nuova casa, solitamente ti preoccupi di come sono disposte le stanze, quanto è grande, quanto consuma, come è fatto il pavimento, è isolata dal freddo? ha l’aria condizionata? ecc.

Ti sei mai preoccupato di capire se sarà isolata acusticamente? Al massimo ti sei informato sui vicini, se hanno figli piccoli, se hanno animali in casa, se la strada è molto trafficata, ecc. Ma quali garanzie hai? Te lo dico io: nessuna.

Vai incontro ad un terno al lotto. Se sarai fortunato dormirai, altrimenti preparati a vivere un vero calvario.

Il cosiddetto inquinamento acustico è un difetto degli edifici che può creare seri problemi al tuo benessere casalingo, ed è uno dei principali oggetti di contestazione nelle cause civili riguardo la costruzione dei nuovi edifici.

C’è però una bella notizia. L’isolamento acustico non è frutto del caso, ma si può progettare!

Per avere la garanzia di vivere in una casa isolata acusticamente la soluzione è una sola: progettare l’isolamento acustico. E quindi affidarsi ad un tecnico che sappia informarti ed applicare correttamente i sistemi per proteggere la tua casa dai rumori fastidiosi.

A breve ti farò un riassunto di come si fa a progettare correttamente l’isolamento acustico della tua casa, ma prima voglio sfatare i tre luoghi comuni su questo argomento.

I tre luoghi comuni sull’isolamento acustico

1) la mia casa ha le pareti sottili, si sente tutto. Non è vero che l’isolamento acustico dipende solo dallo spessore di pareti e solai. Quello che è importante è la combinazione di una struttura che alterni materiali fonoisolanti e fonoassorbenti, ciascuno con il corretto spessore.

2) quando il vicino di sopra cammina, il rumore passa dal pavimento. Questo è vero solo in parte, infatti il rumore si trasmette non solo direttamente attraverso il solaio ma anche lateralmente attraverso la vibrazione delle pareti. Questo fenomeno si chiama fiancheggiamento. Ecco perché per bloccare il rumore proveniente dall’appartamento di sopra non basterà avere un solaio isolato acusticamente, ma tutta la struttura dovrà avere specifiche guaine per ostacolare il diffondersi delle vibrazioni e quindi del rumore.

3) La mia casa è nuova per cui sarà sicuramente isolata acusticamente. Il fatto che la tua casa sia nuova non significa automaticamente che l’isolamento acustico sarà garantito. La normativa vigente che regola l’isolamento acustico risale al 1997 ed è obbligatoria per tutti gli edifici in Italia. Tuttavia, quando presenti la richiesta di Permesso di Costruire in Comune, solo alcune regioni in Italia chiedono la verifica dell’isolamento acustico, per tutte le altre sei in balìa del tuo progettista e devi sperare che curi con attenzione questo aspetto.

Il protocollo che seguo per il progetto degli edifici in legno e paglia è il protocollo volontario Arca (www.arcacert.com/), il quale prevede la verifica in cantiere dell’isolamento acustico. Ti ripeto però che non tutte le regioni italiane controllano il rispetto della normativa sull’isolamento acustico prima di rilasciare il permesso di costruire e l’agibilità.

Stai immaginando la tua futura casa naturale in paglia?

Prima di spendere i tuoi soldi senza avere le idee chiare, richiedi una consulenza personalizzata.

Ti permetterà di capire quali sono gli interventi davvero utili per la tua casa, e a non commettere errori che puoi evitare.

i quattro tipi di isolamento acustico della tua nuova casa

Il rumore da cui devi isolarti nella tua nuova casa è di quattro diversi tipi, ed è classificato dalla normativa vigente (D.P.C.M. 5 dicembre 1997, Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici):

– isolamento dai rumori aerei tra differenti unità immobiliari: per esempio le voci del vicino, o la sua tv accesa,

– isolamento dai rumori esterni: per esempio il traffico stradale, o il passaggio di aerei,

– isolamento dai rumori da calpestio: per esempio il vicino di sopra che cammina o il suo cane che zampetta,

– isolamento dai rumori degli impianti: per esempio scarichi dei bagni, ascensore, lavatrice, condizionatore, ecc. 

Le soluzioni per isolare acusticamente il tuo nuovo edificio

Per essere sicuro che la tua nuova casa sarà isolata acusticamente, il tuo progettista di fiducia dovrà curare alcuni aspetti principali.

  1. Progetto delle strutture portanti. Le strutture non devono trasmettere le vibrazioni  tra piani diversi o tra pareti e solai. Per esempio la tua nuova casa in legno e paglia avrà dei disgiuntori acustici in ogni punto di contatto tra le travi orizzontali e i montanti verticali, in modo da bloccare il passaggio delle vibrazioni attraverso la struttura.

  2. Scelta dei pacchetti costruttivi e delle finiture. Il pavimento e il battiscopa in legno è migliore delle piastrelle per l’isolamento dai rumori di calpestio. O ancora, una parete in cartongesso deve essere riempita all’interno con un materiale fonoassorbente per isolare di più.

  3. Scelta dei serramenti certificati in base all’isolamento acustico. Il tipo di vetri che utilizzerai, e non la scelta dei vetri doppi o tripli, influirà sull’isolamento dai rumori esterni (traffico, passaggio di aerei, ecc).

  4. Controllo dei fori per gli impianti. In acustica ogni piccolo foro nel muro è una voragine per il passaggio del rumore. Ecco perché i fori di ventilazione, i cassonetti delle tapparelle, le cassette dei wc, e tutti i passaggi degli impianti attraverso i muri e i solai vanno progettati per essere isolati acusticamente.

  5. Impianti isolati. La tua casa è attraversata da una fitta rete di tubi dove scorre acqua facendo rumore. Ecco perché ogni punto di contatto tra i tubi e le strutture di muri e solai deve essere isolato, per evitare che le vibrazioni si propaghino e creino disturbo acustico.

  6. In cantiere il tuo architetto di fiducia deve verificare che la costruzione segua le regole dell’isolamento acustico. Considera che anche la sola posa errata del battiscopa può influire sull’isolamento acustico di un appartamento, perché può aumentare o ridurre la trasmissione dei rumori di calpestio alle pareti e a tutta la casa.

  7. Durante il cantiere e al termine dei lavori il tuo architetto richiederà dei test acustici ai tecnici specializzati. Solo così puoi avere la certezza che la tua casa sarà silenziosa e confortevole.

Avrai ormai capito che quando affidi il progetto della tua casa al tuo tecnico di fiducia, non gli stai solo affidando il compito di progettare un edificio antisismico e isolato dal freddo, ma gli stai dando la responsabilità di farti vivere in un ambiente silenzioso e confortevole. Un compito estremamente importante e spesso sottovalutato.

Stai immaginando la tua futura casa naturale in paglia?

Prima di spendere i tuoi soldi senza avere le idee chiare, richiedi una consulenza personalizzata.

Ti permetterà di capire quali sono gli interventi davvero utili per la tua casa, e a non commettere errori che puoi evitare.

NON COMPRARTI I TAPPI PER LE ORECCHIE, RICHIEDI UN PROGETTO PERSONALIZZATO!