Cogli l’opportunità della demolizione e ricostruzione con il Superbonus 110%

23 Luglio 2020

Se vuoi realizzare una demolizione e ricostruzione con miglioramento energetico e adeguamento antisismico puoi detrarre fino a € 136.000 al 110% in 5 anni (per ogni unità immobiliare).

Con il Superbonus 110% tutto quello che devi fare è affidarti a professionisti molto bravi.

Con il Superbonus 110% non serve avere un lotto edificabile per avere la tua nuova casa naturale.

Ti basta trovare un edificio da demolire e ricostruire e puoi avere una casa nuova usufruendo della detrazione Superbonus al 110% detraibile in 5 anni.

Una vera opportunità da non perdere!

La novità della demolizione e ricostruzione è che ora puoi ricostruire con diversa sagoma, prospetti, sedime e con incrementi di volumetria.

Gli incrementi di volumetria sono ammessi e rientrano nella detrazione fiscale solo se sono necessari per l’adeguamento sismico dell’edificio.

Prima, invece, si poteva demolire e ricostruire solo mantenendo la stessa volumetria dell’edificio preesistente.

Ricapitolando: un intervento di demolizione e ricostruzione con aumento volumetrico rientra nella categoria della ristrutturazione edilizia e può usufruire di tutte le agevolazioni previste per il recupero del patrimonio esistente (come il Superbonus 110%).

 

I numeri delle detrazioni per demolizione e ricostruzione

Puoi applicare il Superbonus del 110% in questi tre casi:

-se migliori di due classi energetiche l’edificio che hai intenzione di demolire,

-se migliori la resistenza antisismica dell’edificio che hai intenzione di demolire,

-se sostituisci gli impianti esistenti con impianti efficienti (caldaia a condensazione o pompa di calore)

Anche l’installazione dei pannelli fotovoltaici, obbligatoria per legge, e dei sistemi di accumulo, è detraibile al 110%.

Se vuoi realizzare un intervento di riqualificazione energetica congiuntamente con adeguamento antisismico puoi detrarre fino a € 136.000 (per ogni unità immobiliare).

Di conseguenza, quando dovrai scegliere l’acquisto dell’edificio da demolire e ricostruire, sarai interessato a quelli con più unità abitative, in modo da avere una detrazione fiscale moltiplicata per il numero delle unità.

L’edificio da demolire deve avere un impianto esistente perché è necessario dimostrarne il miglioramento energetico.

Le regole per le detrazioni con demolizione e ricostruzione

Per applicare il bonus fiscale la regola principale è partire con il piede giusto.

Mi spiego meglio.

La detrazione in caso di demolizione e ricostruzione è ammessa solo se si dimostra il miglioramento energetico o antisismico dell’edificio di partenza da demolire.

Per questo il requisito fondamentale è la corretta analisi dello stato di partenza dell’edificio da demolire.

In particolare sono richieste:

  1. conformità edilizia e urbanistica dell’edificio da demolire,

  2. perizia tecnica sui consumi energetici prima della demolizione,

  3. perizia tecnica sulla classe di rischio sismico prima della demolizione.

Puoi ben immaginare che se inizi i lavori di demolizione senza aver prima fatto le dovute analisi sull’edificio di partenza perdi l’opportunità della detrazione del 110%.

La prima cosa da fare è sempre quella di affidarsi a un tecnico per le analisi sull’edificio da demolire.

Ma cosa devi richiedere esattamente al tuo tecnico?

  1. verifica della situazione edilizia in Comune

  2. analisi energetica dell’edificio da demolire

  3. perizia statica sulle strutture dell’edificio da demolire

L’opportunità: demolizione e ricostruzione edifici con il legno

Il Superbonus 110% da l’opportunità di attuare la sostituzione di edifici esistenti con edifici in legno performanti e resistenti al sisma.

Se stai leggendo questo articolo è perché sei interessato al mondo delle case ecologiche in legno e materiali naturali e hai già capito quali sono i vantaggi di questo tipo di edifici.

Con il Superbonus hai l’opportunità di realizzare il tuo nuovo edificio naturale senza dover trovare un lotto (impresa oramai ardua), ma partendo da un edificio esistente da demolire e ricostruire.

Si tratta di un vero incentivo, visto che per le nuove costruzioni non  è previsto nessun bonus, menttre per le demolizioni e ricostruzioni puoi applicare la detrazione del 110%!

In Italia non sono previste detrazioni fiscali per le nuove costruzioni.

Chi demolisce e ricostruisce può invece usufruire di una vasta scelta di detrazioni fiscali che possono essere sommate tra loro.

La demolizione e ricostruzione di un edificio in legno è infatti classificata come intervento di “conservazione del patrimonio edilizio esistente” e non in un intervento di nuova costruzione.

Ricapitolando:

Se vuoi realizzare una demolizione e ricostruzione con miglioramento energetico e adeguamento antisismico puoi detrarre fino a € 136.000 al 110% in 5 anni (per ogni unità immobiliare).

Tutto quello che devi fare è affidarti a professionisti molto bravi.

Prenota la tua consulenza per ricevere prime informazioni per demolire e ricostruire il tuo edificio.

È fondamentale che tu abbia ben chiaro il budget da destinarsi a queste attività. 

Prima di compilare il form prendi del tempo per riflettere.

Attivare una consulenza con Nicola Preti vuol dire davvero rinnovare tua casa e sentirti tranquillo verso la risoluzione dei problemi.

E questo significa essere pronti a  dedicare tempo e risorse per questo nuovo viaggio.