CASA PASSIVA DI PAGLIA IN SPAGNA

5 Novembre 2017

Progettare una casa passiva con la paglia è possibile, leggi l’articolo per scoprire come fare.

Ti porto l’esempio di una casa passiva in balle di paglia della penisola iberica.

Il progetto si chiama Larixhaus ed è una casa unifamiliare su due piani, situata nella città di Collsuspina, a 70 km a nord di Barcellona.

UNA CASA SENZA IMPIANTI (O QUASI)

La particolarità di questo edificio è che si tratta di un edificio passivo, cioè quasi autosufficiente dal punto di vista energetico.

La domanda di riscaldamento è di 15 kWh/mq anno, che è lo standard delle case passive. Per capire che cosa significa questo valore, basta pensare che gli immobili in Italia costruiti prima degli anni ’90 hanno un consumo superiore ai 250 kWh/mq anno, perciò più di 15 volte quello di una casa passiva!

Il comfort estivo si ottiene grazie alla progettazione dell’orientamento delle aperture con dispositivi esterni di ombreggiamento sulla facciata sud.

Per quanto riguarda il riscaldamento invernale sono installati dei radiatori elettrici e un sistema di ventilazione con recupero del calore. L’acqua calda è prodotta da una pompa di calore elettrica.

MATERIALI LOCALI E SANI

L’edificio è costituito da una struttura portante in legno, con isolamento termico in paglia di grano locale proveniente dalla Costa Brava e rivestimento esterno in larice.

La scelta di utilizzare materiali da costruzione rinnovabili (paglia, legno, sughero) riduce l’utilizzo di energia per la produzione dei materiali e le emissioni di CO2.

La salubrità dell’aria interna è garantita dalla ventilazione meccanica, ma soprattutto dall’utilizzo di materiali naturali non tossici, che non rilasciano sostanze volatili nocive (VOC), come l’argilla e il legno.

PERCHÉ SCEGLIERE LA PREFABBRICAZIONE?

L’intero edificio è stato prodotto a moduli in fabbrica e poi assemblato in cantiere.

I vantaggi delle prefabbricazione:

  • consente un rapido montaggio in cantiere,

  • permette di curare maggiormente i dettagli costruttivi, fondamentali per la realizzazione di edifici molto isolati,

  • le finestre e le parti più complesse sono installate in fabbrica con maggiore precisione

  • evita o riduce al minimo i ponti termici (cioè i punti non isolati di passaggio del freddo, dall’esterno all’interno) attraverso l’analisi e la modellazione in fase di progetto,

  • riduce gli imprevisti di cantiere.

COME È FATTA ESATTAMENTE QUESTA CASA?

La struttura è un telaio di legno montato a secco, all’interno del quale sono state posizionate le balle di paglia. Il legno è coperto da uno strato isolante di sughero sul lato esterno, e il tutto è rivestito con tavole di larice a secco, cioè senza malta.

Riepilogo dei dati tecnici:

  • Spesa energetica annua :     350,00 €

  • Trasmittanza del muro esterno U=0.146 W/(m2K)

  • Trasmittanza della copertura: U = 0.147 W/(m2K)

  • Valore di permeabilità all’aria n 50 = 0.31/h

Aspetti ecologici: l’edificio è realizzato con materiali a bassa emissione di CO2 e la priorità è l’uso di materiali naturali, non tossici e rinnovabili.    

Leggi le FAQ per progettare con la paglia.

CONTATTACI, se vuoi avere maggiori informazioni per progettare un edificio naturale.